Crea sito

Mario Draghi (BCE) “scopre” la MMT!

Draghi afferma che la BCE dovrebbe esaminare nuove idee come MMT

“Quando si fa politica monetaria, e questo vale per tutte le banche centrali al mondo, la si fa iniettando attraverso i canali esistenti. In Europa abbiamo la predominanza della banche: è un economia basata sulle banche e la politica monetaria agisce attraverso il canale dei prestiti del sistema bancario. Negli Stati Uniti lo si fa più attraverso i mercati finanziari. Read more

MMT si, ma dal “basso”

di Aldo Scorrano e Francisco La Manna*

L’articolo del prof. Andrea Terzi, dal titolo “La ricetta della MMT nella Ue per una sovranità condivisa”, apparso sulla pagina on line dell’Avvenire, a proposito del dibattito “Teoria monetaria moderna (parte 6)”, ha sicuramente il merito di mettere in evidenza i pregi di questa teoria economica e monetaria, il più delle volte bollata dagli “esperti” di casa nostra come uno strumento sbrigativo e superficiale per affrontare la crisi (“basta stampare soldi”), le cui ricette sono state cassate a priori poiché potenzialmente foriere di situazioni economicamente e tecnicamente “pericolose” (spauracchio inflazionistico, crowding out, peso del debito pubblico e così via).
Read more

Il punto della situazione

di Gianfranco La Grassa

https://notizie.virgilio.it/…/sindaco-arrestato-lega-legnan…

stiamo andando di nuovo verso la piena politicizzazione della “giustizia” come già in altra epoca che ben ricordiamo e che ha avviato il paese ad una netta decadenza. Queste operazioni si accentuano nel momento in cui i “5 stelle” stanno riaprendo quello che fu il “primo forno”, fatto fallire da Renzi a “Porta a Porta”, favorendo così la formazione dell’attuale coalizione governativa.
Read more

TEMPO DI VITA E TEMPO D’AZIONE

di Gianfranco La Grassa

1. Sembra intuitivo il fatto che la linea di scorrimento temporale avvenga sempre in un unico senso, sia irreversibile. Come si dice, la freccia del tempo sarebbe costantemente rivolta in avanti; gli avvenimenti si snoderebbero insomma dal passato verso il presente, dal presente verso il futuro, e mai in direzione contraria. “Non ci si bagna due volte nello stesso fiume” (attribuito ad Eraclito), cioè nella stessa acqua di quel dato fiume, poiché quest’acqua, proprio come il tempo, non può mai scorrere a ritroso, dalla foce alla sorgente. Read more

LA PRATICA E’ IMPORTANTE, RIFLETTERE LO E’ DI PIU’

di Gianfranco La Grassa

Non esiste detto più sciocco e di fatto falso di quello che afferma: “val più la pratica della grammatica”. E’ in fondo la bandiera degli ignoranti. La “pratica” della nostra lingua, ad es., è aberrante da parte di italiani che appunto non sanno nulla (o assai poco) di grammatica. E quelli che acquisiscono la semplice “cittadinanza” italiana (una mera questione giuridica, priva di qualsiasi connotato culturale e di tradizione del nostro paese) parlano una lingua rabberciata che fa aggricciare la pelle (almeno la mia); e non conoscono minimamente la nostra storia, come purtroppo anche una grossa quota di nostri autentici cittadini. Read more

Nuove note su “lavoro di cittadinanza”, salari minimi, Piano del lavoro e terzo settore

di Jacopo foggi

A poche settimane di distanza dalla più volte rinviata pubblicazione del libro da me curato (Tornare al lavoro. Lavoro di cittadinanza e piena occupazione, Castelvecchi) dedicato al “lavoro garantito”, “occupazione di ultima istanza” o “lavoro di cittadinanza”, che dir si voglia, mi sembra opportuno riprendere il filo del discorso per aggiornarlo alla luce di dibattiti e vicende più recenti ed esplicitarne alcuni aspetti in funzione delle esigenze di sviluppo del nostro martoriato paese. Read more

COS’E’ LA REALTA’ (E COME CE LA RAPPRESENTIAMO E PERCHE’)

di Gianfranco La Grassa

Vediamo di chiarire alcuni punti essenziali, solo provvisori e certo schematici, di una possibile teorizzazione tesa alla rappresentazione di ciò che definiamo “realtà”. Preliminare sempre necessario per poi agire con un minimo di razionalità e anche semplice buon senso. Perché non c’è detto più stupido de “la pratica val più della grammatica”. Oggi vediamo bene come senza grammatica straparlino in un lingua molto approssimativa i nostri politicanti, i “grandi imprenditori”, perfino parte dei sedicenti intellettuali. E senza teoria – senza cioè studio, analisi, ottima riflessione prima di trarre conclusioni; e trarle con buona sistematicità e articolazione consequenziale – si fanno “opere” disastrose. Read more